logo
logo

Affitti Tunisia la tua casa in Tunisia! affitti annuali e stagionali
appartamenti ed case a Hammamet, Tunisi e Sidi Bou Said

Facebook Youtube

B&B

APPARTAMENTI

CASE VACANZE

BLOG

B&B

APPARTAMENTI

CASE VACANZE

BLOG


La Tunisia è economicamente
più importante del Marocco ?

italiani in Tunisia

Chi poteva pensare 75 anni fa , osservando le macerie dell'Europa al termine della seconda guerra mondiale che l'Europa avrebbe saputo superare gli odi e i rancori fra gli Stati per unirsi in una Unione, prima economica e poi sempre più' stretta , che assicura benessere e sostegno ai suoi membri?

Concordiamo con Limes ,un importante Istituto di ricerche geopolitiche italiano , quando pensiamo che uno dei compiti dell'Europa sia quello di favorire lo sviluppo di Marocco, Tunisia e Algeria in una visione unitaria. Sarebbe il primo importante passo per dare una spinta alla stabilizzazione di tutta la regione.

Mai come oggi il passato, con le sue storiche rivalità' etnico-religiose e le sue nuove gelosie di stampo nazionalistico, rischia di essere per il futuro dell'Africa il male peggiore, ma da cui e' necessario guarire per andare verso un percorso di collaborazione e di sviluppo integrato tra nazioni.

Una prima considerazione ci porta a constatare come questa parte di Africa e' di fatto, assieme all'Egitto e alla Libia, la sponda meridionale del Mediterraneo,

proiettata a Nord verso l'Europa e confinante a Sud con il vasto deserto del Sahara.

Cio' non toglie che sia ancora oggi difficile e assolutamente prematuro parlare di integrazione tra Algeria, Marocco e Tunisia. Si può' obiettare che anche nell'Unione Europea convivono forti differenze fra gli Stati membri ma ciò' non toglie che per questi paesi le differenze fra i regimi siano più' rilevanti.

Ad ogni modo, i numeri dicono che le economie dei tre paesi sono di fatto integrabili e naturalmente complementari senza "gelosie concorrenziali". Gas e petrolio in Algeria; agricoltura, vaste risorse minerarie e turismo in Marocco; turismo e agricoltura in Tunisia, il paese più' europeo dei tre, rendono possibili progetti comuni d'integrazione e di sviluppo. Non a caso, sommando il PIL dei tre paesi si arriva a cifre vicine a quelle del Sudafrica, il gigante africano.



Perché non coltivare un simile sogno ?



La Tunisia è economicamente
più importante del Marocco ?

italiani in Tunisia

Chi poteva pensare 75 anni fa , osservando le macerie dell'Europa al termine della seconda guerra mondiale che l'Europa avrebbe saputo superare gli odi e i rancori fra gli Stati per unirsi in una Unione, prima economica e poi sempre più' stretta , che assicura benessere e sostegno ai suoi membri?

Concordiamo con Limes ,un importante Istituto di ricerche geopolitiche italiano , quando pensiamo che uno dei compiti dell'Europa sia quello di favorire lo sviluppo di Marocco, Tunisia e Algeria in una visione unitaria. Sarebbe il primo importante passo per dare una spinta alla stabilizzazione di tutta la regione.

Mai come oggi il passato, con le sue storiche rivalità' etnico-religiose e le sue nuove gelosie di stampo nazionalistico, rischia di essere per il futuro dell'Africa il male peggiore, ma da cui e' necessario guarire per andare verso un percorso di collaborazione e di sviluppo integrato tra nazioni.

Una prima considerazione ci porta a constatare come questa parte di Africa e' di fatto, assieme all'Egitto e alla Libia, la sponda meridionale del Mediterraneo,

proiettata a Nord verso l'Europa e confinante a Sud con il vasto deserto del Sahara.

Cio' non toglie che sia ancora oggi difficile e assolutamente prematuro parlare di integrazione tra Algeria, Marocco e Tunisia. Si può' obiettare che anche nell'Unione Europea convivono forti differenze fra gli Stati membri ma ciò' non toglie che per questi paesi le differenze fra i regimi siano più' rilevanti.

Ad ogni modo, i numeri dicono che le economie dei tre paesi sono di fatto integrabili e naturalmente complementari senza "gelosie concorrenziali". Gas e petrolio in Algeria; agricoltura, vaste risorse minerarie e turismo in Marocco; turismo e agricoltura in Tunisia, il paese più' europeo dei tre, rendono possibili progetti comuni d'integrazione e di sviluppo. Non a caso, sommando il PIL dei tre paesi si arriva a cifre vicine a quelle del Sudafrica, il gigante africano.



Perché non coltivare un simile sogno ?



La Tunisia è economicamente
più importante del Marocco ?

italiani in Tunisia

Chi poteva pensare 75 anni fa , osservando le macerie dell'Europa al termine della seconda guerra mondiale che l'Europa avrebbe saputo superare gli odi e i rancori fra gli Stati per unirsi in una Unione, prima economica e poi sempre più' stretta , che assicura benessere e sostegno ai suoi membri?

Concordiamo con Limes ,un importante Istituto di ricerche geopolitiche italiano , quando pensiamo che uno dei compiti dell'Europa sia quello di favorire lo sviluppo di Marocco, Tunisia e Algeria in una visione unitaria. Sarebbe il primo importante passo per dare una spinta alla stabilizzazione di tutta la regione.

Mai come oggi il passato, con le sue storiche rivalità' etnico-religiose e le sue nuove gelosie di stampo nazionalistico, rischia di essere per il futuro dell'Africa il male peggiore, ma da cui e' necessario guarire per andare verso un percorso di collaborazione e di sviluppo integrato tra nazioni.

Una prima considerazione ci porta a constatare come questa parte di Africa e' di fatto, assieme all'Egitto e alla Libia, la sponda meridionale del Mediterraneo,

proiettata a Nord verso l'Europa e confinante a Sud con il vasto deserto del Sahara.

Cio' non toglie che sia ancora oggi difficile e assolutamente prematuro parlare di integrazione tra Algeria, Marocco e Tunisia. Si può' obiettare che anche nell'Unione Europea convivono forti differenze fra gli Stati membri ma ciò' non toglie che per questi paesi le differenze fra i regimi siano più' rilevanti.

Ad ogni modo, i numeri dicono che le economie dei tre paesi sono di fatto integrabili e naturalmente complementari senza "gelosie concorrenziali". Gas e petrolio in Algeria; agricoltura, vaste risorse minerarie e turismo in Marocco; turismo e agricoltura in Tunisia, il paese più' europeo dei tre, rendono possibili progetti comuni d'integrazione e di sviluppo. Non a caso, sommando il PIL dei tre paesi si arriva a cifre vicine a quelle del Sudafrica, il gigante africano.



Perché non coltivare un simile sogno ?



Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM