logo
logo

Affitti Tunisia la tua casa in Tunisia! affitti annuali e stagionali
appartamenti ed case a Hammamet, Tunisi e Sidi Bou Said

Facebook Youtube

B&B

APPARTAMENTI

CASE VACANZE

COMPRARE CASA

BLOG

B&B

APPARTAMENTI

CASE VACANZE

COMPRARE CASA

BLOG


Affitti Tunisia: La Tunisia vista da chi ha gli euro

Affitti Tunisia: La Tunisia vista da chi ha gli euro


Tutto è relativo. Questa affermazione è stata fatta tanto tempo fa, tanto che non ricordiamo chi l'ha pronunciata per la prima volta.

Ogni giorno ne vediamo la conferma.

Tutto può essere bianco o nero, lucido o opaco, liscio o ruvido. Dipende dagli occhi di chi osserva, o meglio, dal portafoglio di chi fa la spesa ogni giorno. Per un pensionato europeo con la pensione in euro, tutto o quasi tutto è bianco, lucido e liscio.

Per il suo vicino di casa tunisino, con uno stipendio medio di 750 dinari (equivalenti a 250 euro), la vita appare spesso difficile, opaca e complicata. Tuttavia, per chi ha euro nelle tasche, il costo della vita in Tunisia è molto basso. È possibile trovare case molto carine già arredate a partire da 200 euro al mese (una villa di oltre 200 mq con piscina e giardino non supera i 1400 euro al mese).

Il prezzo della benzina è di 74 centesimi di euro al litro! Un chilogrammo di pesce "vivo" (triglie, spigole, branzini, gamberi, seppie, polipi) varia dai 6 ai 15 euro. La carne di vitellone giovane (molto simile alla nostra carne toscana, soprattutto bistecche e filetto) costa al massimo 14 euro al chilogrammo.

Il prezzo del pane è regolato in modo tale da consentire a tutti di sopravvivere: una baguette costa 8 centesimi di euro. Una visita specialistica presso medici tunisini altamente competenti, molti dei quali laureati in Francia, in strutture dotate di apparecchiature all'avanguardia, ha un costo compreso tra i 26 e i 39 euro, mentre una visita da un medico generico costa 20 euro.

Una donna di servizio che lavora cinque giorni alla settimana per sei ore non costa più di 240 euro al mese. Questi sono solo alcuni esempi dei costi in Tunisia che hanno spinto italiani, francesi, belgi, ecc. ad abbandonare le loro nazioni in cui non riuscivano a vivere dignitosamente, per trasferirsi in un paese in cui possono vivere con estrema serenità per almeno sei mesi all'anno.

Purtroppo, per il cittadino medio tunisino che sta vivendo la crisi economica nel suo Paese e assiste alla svalutazione continua della moneta nazionale, il dinaro tunisino, le prospettive non sono molto positive.

BACK PAGE




Affitti Tunisia: La Tunisia vista da chi ha gli euro

Affitti Tunisia: La Tunisia vista da chi ha gli euro


Tutto è relativo. Questa affermazione è stata fatta tanto tempo fa, tanto che non ricordiamo chi l'ha pronunciata per la prima volta.

Ogni giorno ne vediamo la conferma.

Tutto può essere bianco o nero, lucido o opaco, liscio o ruvido. Dipende dagli occhi di chi osserva, o meglio, dal portafoglio di chi fa la spesa ogni giorno. Per un pensionato europeo con la pensione in euro, tutto o quasi tutto è bianco, lucido e liscio.

Per il suo vicino di casa tunisino, con uno stipendio medio di 750 dinari (equivalenti a 250 euro), la vita appare spesso difficile, opaca e complicata. Tuttavia, per chi ha euro nelle tasche, il costo della vita in Tunisia è molto basso. È possibile trovare case molto carine già arredate a partire da 200 euro al mese (una villa di oltre 200 mq con piscina e giardino non supera i 1400 euro al mese).

Il prezzo della benzina è di 74 centesimi di euro al litro! Un chilogrammo di pesce "vivo" (triglie, spigole, branzini, gamberi, seppie, polipi) varia dai 6 ai 15 euro. La carne di vitellone giovane (molto simile alla nostra carne toscana, soprattutto bistecche e filetto) costa al massimo 14 euro al chilogrammo.

Il prezzo del pane è regolato in modo tale da consentire a tutti di sopravvivere: una baguette costa 8 centesimi di euro. Una visita specialistica presso medici tunisini altamente competenti, molti dei quali laureati in Francia, in strutture dotate di apparecchiature all'avanguardia, ha un costo compreso tra i 26 e i 39 euro, mentre una visita da un medico generico costa 20 euro.

Una donna di servizio che lavora cinque giorni alla settimana per sei ore non costa più di 240 euro al mese. Questi sono solo alcuni esempi dei costi in Tunisia che hanno spinto italiani, francesi, belgi, ecc. ad abbandonare le loro nazioni in cui non riuscivano a vivere dignitosamente, per trasferirsi in un paese in cui possono vivere con estrema serenità per almeno sei mesi all'anno.

Purtroppo, per il cittadino medio tunisino che sta vivendo la crisi economica nel suo Paese e assiste alla svalutazione continua della moneta nazionale, il dinaro tunisino, le prospettive non sono molto positive.

BACK PAGE




Affitti Tunisia: La Tunisia vista da chi ha gli euro

Affitti Tunisia: La Tunisia vista da chi ha gli euro


Tutto è relativo. Questa affermazione è stata fatta tanto tempo fa, tanto che non ricordiamo chi l'ha pronunciata per la prima volta.

Ogni giorno ne vediamo la conferma.

Tutto può essere bianco o nero, lucido o opaco, liscio o ruvido. Dipende dagli occhi di chi osserva, o meglio, dal portafoglio di chi fa la spesa ogni giorno. Per un pensionato europeo con la pensione in euro, tutto o quasi tutto è bianco, lucido e liscio.

Per il suo vicino di casa tunisino, con uno stipendio medio di 750 dinari (equivalenti a 250 euro), la vita appare spesso difficile, opaca e complicata. Tuttavia, per chi ha euro nelle tasche, il costo della vita in Tunisia è molto basso. È possibile trovare case molto carine già arredate a partire da 200 euro al mese (una villa di oltre 200 mq con piscina e giardino non supera i 1400 euro al mese).

Il prezzo della benzina è di 74 centesimi di euro al litro! Un chilogrammo di pesce "vivo" (triglie, spigole, branzini, gamberi, seppie, polipi) varia dai 6 ai 15 euro. La carne di vitellone giovane (molto simile alla nostra carne toscana, soprattutto bistecche e filetto) costa al massimo 14 euro al chilogrammo.

Il prezzo del pane è regolato in modo tale da consentire a tutti di sopravvivere: una baguette costa 8 centesimi di euro. Una visita specialistica presso medici tunisini altamente competenti, molti dei quali laureati in Francia, in strutture dotate di apparecchiature all'avanguardia, ha un costo compreso tra i 26 e i 39 euro, mentre una visita da un medico generico costa 20 euro.

Una donna di servizio che lavora cinque giorni alla settimana per sei ore non costa più di 240 euro al mese. Questi sono solo alcuni esempi dei costi in Tunisia che hanno spinto italiani, francesi, belgi, ecc. ad abbandonare le loro nazioni in cui non riuscivano a vivere dignitosamente, per trasferirsi in un paese in cui possono vivere con estrema serenità per almeno sei mesi all'anno.

Purtroppo, per il cittadino medio tunisino che sta vivendo la crisi economica nel suo Paese e assiste alla svalutazione continua della moneta nazionale, il dinaro tunisino, le prospettive non sono molto positive.

BACK PAGE




 PAGINE [ più recente: 4 ] [ archivio: 3 - 2 - 1 - ]

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM